Business fragranze: la moda in Italia punta sui profumi

    In Italia il settore della moda punta sui profumi già da un parecchio tempo e il trend in salita del 2017 sembra replicarsi in questo 2018. L’associazione moda e profumi è ormai un legame stretto e profondo, anche se all’apparenza non ha nulla a che vedere con abiti e sfilate. Eppure la contesa fra i brand si gioca anche attraverso l’olfatto e si tratta di un prodotto vincente sul quale puntare. Il mercato dei profumi non conosce, pare, crisi infatti ogni donna ne possiede uno.

    Il consumo dei profumi in Italia vale infatti oltre un miliardo, che consiste in una fetta del 12,8% del totale dei consumi di prodotti cosmetici, corrispondente alla quarta categoria come valore. Ottimi risultati anche dall’export che cresce quasi del 20% rispetto all’anno scorso. I profumi di successo restano sempre gli stessi immutati da decenni e cambiano al massimo solo le confezioni per essere rilanciati anno dopo anno. Armani, Burberry, Gucci, Missoni, Dolce e Gabbana, Hermes, Chanel, Trussardi, Moschino e tanti altri: ogni anno le proposte nuove sono tantissime.

    Chi compra i profumi?

    I principali acquirenti di fragranze sono ancora le donne che acquistano circa il 60% dei profumi venduti, mentre il mercato per il mondo maschile spende solo per il restante 40%. Come fascia d’età la spesa sembra invece essere ben distribuita: il profumo quindi si utilizza a ogni età. A spingere la domanda negli ultimi anni sembrano essere però sempre di più i Millennials, che richiedono sempre di più prodotti nel settore della bellezza e della cura della persona. I produttori lo sanno e infatti le strategie di marketing oggi puntano molto su queste generazioni.

    Il commercio si divide inoltre fra eau de parfume, eau de toilette, eau de cologne e la nuova eau fraiche, priva di ingredienti sintetici. Poco in voga il mercato dei profumi unisex, perché trovare un compromesso fra le fragranze maschili e le femminili è tutt’altro che semplice. Alle persone, inoltre, non piace l’idea di indossare un profumo prodotto per il sesso opposto.

    Dove si comprano i profumi?

    Una volta il mercato delle fragranze si giocava nelle profumerie fisiche, ma come tutte le categorie merceologiche anche questo settore si sta spostando nel web. La minaccia, tuttavia, è costituita dalla contraffazione. È per questo motivo che quando si acquista online è bene prestare attenzione e rivolgersi solamente agli e-commerce delle profumerie e non a quelli che vendono tante categorie merceologiche che arrivano da rivenditori non ben identificati.

    I Millennials attenti alle innovazioni e alle migliori tecniche di risparmio o tutti coloro che amano fare l’affare, oggi acquistano profumi su siti di aste online al centesimo. Siti come www.redbid.eu ad esempio oggi ha messo all’asta Terre di D’Hermes eau de toilette uomo a partire da zero euro. Questo profumo ha un prezzo di listino che nelle profumerie non è praticamente mai sotto agli 85 euro. Acquistandolo con le aste al centesimo è invece possibile riuscire a comprarlo a una cifra molto inferiore, anche talvolta alla metà del suo prezzo.